Il bodybuilding non riguarda solo il corpo o l’aspetto estetico, riguarda anche la salute, il bodybuilding infatti oltre a rendere un corpo in forma, equilibrato e armonico, riesce a rendere anche la mente “in forma”.
Alcuni possono sostenere che gli unici benefici del bodybuilding siano l’aumento della massa muscolare e la diminuzione della massa grassa, che sono comunque obiettivi impoegantivi e difficili da raggiungere in breve tempo, ma in realtà i benefici che si possono avere grazie a questa pratica sono per lo più altri, sia mentali che fisici.

Migliora le nostre difese immunitarie

Numerosi studi dimostrano che l’allenamento con i pesi migliora il sistema immunitario. Un intenso training di bodybuilding della durata circa di un’ora, può ridurre il rischio di malanni stagionali, potenziando le nostre difese immunitarie. Inoltre, allenarsi minimo tre volte alla settimana aumenta le probabilità di non ammalarsi e prendere raffreddori.

Rafforza il tessuto connettivo

Il tessuto connettivo ha la funzione di tenere unita la pelle, gli organi, le ossa e i muscoli allo scheletro. L’allenamento con i pesi aumenta l’attività cellulare del tessuto connettivo, aumentandone così la forza, dato che la pressione meccanica delle articolazioni stimola il metabolismo delle cartilagini articolari, se le articolazioni non vengono adeguatamente stimolate in palestra, si ha un minor ricambio di macromolecole nel connettivo che possono essere più sensibili all’osteoartrite e ai traumi.

 

Un’arma contro l’osteoporosi

L’osteoporosi è un processo di demineralizzazione che fa diminuire il calcio alle ossa, rendendole con gli anni molto fragili e più facili alla frattura.
Le donne sono più predisposte a questo problema, l’uomo è più protetto perché ha livelli di testosterone constanti quasi tutta la vita, che in parte, vengono convertito in estrogeni.
L’ osteoporosi è più comune in soggetti:

  • in sovrappeso/obesità,
  • che conducono una vita sedentaria,
  • con menopausa precoce,
  • che abusano di alcool,
  • funatori,
  • che attuano una dieta sbagliata,
  • che hanno familiarità con l’osteoporosi.

In definitiva, per prevenire l’osteoporosi il primo consiglio è quello di consumare cibi/integratori contenenti calcio per contrastare la demineralizzazione ossea. In più praticare attività fisica sembra essere un ottimo sistema per impedire la calcificazione, in particolar modo proprio il lavoro con i pesi.

Contro l’invecchiamento

Con l’aumentare dell’età è inevitabile avere un declino della forza e dei muscoli, correlata con una ridotta mobilità, capacità fisica e insorgenza di complicazioni riconducibili allo stato generale di debolezza. In particolare la riduzione della forza/massa magra che si verifica con l’età deriva sia dall’atrofia delle fibre muscolari, sia dalla graduale riduzione dell’attività fisica.
Il corpo umano ha essenzialmente due tipi di fibre muscolari:

  • le bianche, che sono le più forti e grosse,
  • le rosse, che sono più resistenti e piccole.

Specialmente dopo i 60 anni, la riduzione dei muscoli riguarda soprattutto le bianche e nella zona degli arti inferiori, un aiuto notevole contro questo processo di riduzione del muscolo lo si ritrova nel bodybuilding, perché favorisce l’anabolismo proteico, cioè il processo che consente all’organismo di crescere e mantenersi, ed è il solo in grado di rallentare la perdita di muscoli e forza.
Tutti gli studi fatti in merito dimostrano inoltre che il miglioramento di forza e contrattilità muscolare rappresenta il miglior metodo per prevenire complicazioni di carattere ortopedico nei soggetti anziani.

Più Flessibilità e più Coordinazione

La capacità di un muscolo di rilassarsi (e quindi di allungarsi) è direttamente proporzionale alla sua forza: questo significa che, in una determinata posizione di stretching esiste un carico applicato alle fibre.

Il problema della mobilità articolare è più complesso e non riguarda solo i muscoli, ma anche il training dal punto di vista coordinativo e propriocettivo, la coordinazione può essere definita come l’esatta esecuzione di una determinata movimento al fine di ottenere una sequenza fluida, mentre la propriocezione è la sensazione del movimento del corpo, dei cambiamenti di posizione e delle relazioni tra le varie parti del corpo stesso attraverso i recettori all’interno delle giunture e dei muscoli.

I pesi attivano maggiormente i gruppi muscolari che sono in prossimità delle articolazioni, che avranno quindi maggior tenuta e una maggiore sensazione di sicurezza da parte degli atleti, che si trasforma poi in maggiore disinvoltura nel gesto atletico.

Migliora la salute mentale

I benefici del bodybuilding non sono limitati ai miglioramenti fisici. Numerosi studi hanno dimostrato che i benefici dell’allenamento in stile bodybuilding comprendono riduzione dello stress, ansia e depressione, e miglioramenti nel benessere generale, nell’immagine corporea e nell’autostima.

In conclusione, il bodybuilding abbinato all’esercizio aerobico e la corretta alimentazione hanno effetti benefici sulla fisicità e su una mente sana e forte.
Lavorando sul tuo corpo, lavorerai anche sulla tua mente.

Rosamaria Murru
About the author

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other