Cortisolo alto: come abbassarlo naturalmente - Net Integratori

Cortisolo alto: come abbassarlo naturalmente con la fosfatidilserina.

cortisolo-alto

Cortisolo alto, come abbassarlo?

Lo sapevi che il testosterone tra dicembre ad aprile è relativamente basso mentre il catabolizzante cortisolo (che raggiunge la sua punta massima ad inizi di marzo) è molto alto?
Ci sono molti concetti fondamentali sull’ormone cortisolo da approfondire: il cortisolo alto tende a catabolizzare la struttura muscolare costruita con tanti sacrifici e ad aumentare la distribuzione di grasso corporeo, invece quando è nella norma è necessario per molte funzioni vitali del corpo.
Oltre a questi motivi, anche l’allenamento in palestra se troppo frequente tende ad innalzare il cortisolo. Gli allenamenti in palestra devono essere più brevi possibili: il tempo massimo di un allenamento deve essere compreso fra i 45 e i 90 minuti, periodo in cui il testosterone rimane alto e il cortisolo non è eccessivo.

Cortisolo alto e allenamento

Un’impronta di allenamento breve e infrequente è rappresentata dal sistema , un allenamento per atleti che vogliono aumentare la performance in palestra senza l’utilizzo di sostanze dopanti o per chi, in generale, pratica sport e deve stare molto attento ai livelli di cortisolo.
In questo grafico potete capire facilmente in quali momenti della giornata il cortisolo è più alto:

cortisolo-alto

Come potete notare il momento in cui il cortisolo è all’apice risulta essere al mattino fra le 5 e le 9, con picchi verso tarda sera.
Un consiglio: a fine allenamento massimizzare i livelli di insulina può migliorare l’eliminazione del cortisolo dal corpo. Come? Con una bevanda proteica o con carboidrati ad alto indice glicemico come glucosio, destrosio o ribosio. In alternativa è sufficiente della semplice uvetta sultanina. Tutte queste strategie possono abbassare di gran lunga i livelli di cortisolo che dopo l’allenamento tende ad aumentare e a catabolizzare le proteine muscolari.

Integratori per abbassare il cortisolo: la fosfatidilserina

Un’altra strategia fondamentale ed efficace è quella di assumere un integratore di fosfatidilserina. La fosfatidilserina è un fosfolipide, un tipo di grasso, che contiene fosforo, minerale presente in tutte le cellule del corpo.

Una notizia non bella per tutti coloro che fanno gli addominali in palestra pensando di migliorare la definizione, è che i recettori del grasso situati lungo la parete addominale sono 4 volte superiori rispetto al resto del corpo. Quindi se vuoi dimagrire, specialmente nell’area addominale, devi tenere sotto controllo i livelli di cortisolo. Le ricerche scientifiche infatti mostrano come l’integrazione con fosfatidilserina può smorzare in modo significativo il cortisolo in condizioni di stress. 

In alcuni esperimenti i ricercatori hanno scoperto che la fosfatidilserina, somministrata a ciclisti professionisti dieci giorni prima della gara, riduceva il cortisolo del 30% circa. L’effetto è stato notato con una dose pari a 800 mg.
Spesso alcuni atleti si rivolgono ai farmaci che bloccano gli effetti del cortisolo o ne inibiscono la sintesi nelle ghiandole surrenali. Alcuni esempi? Gli steroidi anabolizzanti, forme sintetiche del testosterone (come il GF-1, GH o l’insulina) che possono bloccare la maggior parte degli effetti catabolici del cortisolo alto.
Uno dei momenti migliori per assumere fosfatidilserina, secondo alcuni studi, sarebbe prima dell’allenamento, ma sono molte le diatribe inerenti questo frangente di tempo.

Alcuni autori affermano l’inefficacia di assumere fosfatidilserina prima di un allenamento perché il cortisolo tenderebbe ad aumentare dopo la seduta e non prima. Per questo assumerla a fine allenamento potrebbe abbassare lo stress indotto dai pesi, mentre prima di andare a letto potrebbe essere un’ottima scelta per rendere molto più spiccato il naturale innalzamento del GH che si verifica nelle ore notturne.

Quindi, riassumendo:

È possibile abbassare il cortisolo alto ottimamente durante i periodi del sonno, così da permettere un guadagno massimo di massa muscolare.

Cortisolo alto sintomi 

Alcuni sintomi del cortisolo alto comprendono:

  • letargia
  • debolezza muscolare
  • sonno irregolare
  • indolenzimento muscolare eccessivo dopo gli allenamenti.

Ricordiamo che i livelli di cortisolo variano durante il giorno. Per questo, per avere un valore accurato, è importante controllare i valori del cortisolo al mattino subito appena svegli.

Ecco il rimedio.

L’HMB, un integratore con fosfatidilserina, aiuta nel post workout a smorzare in modo notevole il rilascio di cortisolo notturno e accelerare il recupero.
Per ottimizzare il recupero psico-fisico durante il sonno è necessario integrare la fosfatidilserina con un apposito integratore per recupero muscolare.

Un altro consiglio: la vitamina C è un potente antiossidante e secondo alcune ricerche può favorire la riduzione del cortisolo alto. Quindi assumere 500-1000 mg di vitamina C prima dell’allenamento con i pesi può essere molto utile.

About the author