I migliori integratori per affrontare l’autunno

L’autunno è arrivato, è giunto il momento di tirare fuori i maglioni e passare le serate a sorseggiare bevande calde sul divano. Per alcuni di noi, sfortunatamente, è anche giunto il momento di naso che cola, bassi livelli di energia e persino malinconia diffusa, durante questa transizione stagionale mangiare bene e concedersi le giuste ore di sonno potrebbe non essere sufficiente per mantenere alti i livelli di energia e di conseguenza l’allenamento, soprattutto se i tuoi obiettivi sono di massa e crescita della forza, potrebbero risentirne.

Esaminiamo insieme i tre più comuni problemi che affliggono gli atleti durante l’autunno, cercando di trovare per ogni difficoltà un supporto per colmare il divario.

Difese Immunitarie

Non è una grande novità che in autunno, e all’inizio dell’inverno, ci sia un picco di malattia e influenza stagionale. Per evitare di ammalarsi occorre supportare le difese immunitarie ma come? Oltre all’utilizzo quotidiano di un probiotico, può essere utile integrare con vitamina D, omega 3 e un multivitaminico ad alto dosaggio.

Anche le articolazioni possono soffrire il cambiamento climatico tendente al freddo, per supportare il benessere delle articolazioni un buon rimedio possono essere gli  integratori di collagene che agiscono con il sistema immunitario per sostenere la rigenerazione e il mantenimento di una cartilagine sana.

Un’altra azione che possiamo apportare in funzione del rafforzamento del sistema immunitario è la diminuzione dello zucchero nella nostra dieta quotidiana, che può compromettere i sistemi immunitari specialmente in soggetti molto giovani.

 

Cali di energia

La luce sempre minore dell’autunno diminuisce non solo la nostra vitamina D ma anche i livelli di melatonina, troppa poca melatonina può disturbare il ciclo del sonno, generando affaticamento. Avere una dieta ricca, ad alto contenuto proteico, con carboidrati complessi e grassi buoni è un ottimo modo per migliorare l’energia e sentirsi bene, al contrario una dieta ricca di zuccheri semplici causerà un picco prima di zucchero nel sangue e poi insulina, causando il comune senso di stanchezza post-pranzo che molte persone sperimentano.

Oltre a mangiare bene, integratori come carnitina, gingko biloba, arginina e D-ribosio sono associati all’aumento di energia. Anche il magnesio è un ottimo integratore da utilizzare in questo periodo dell’anno in quanto è utile per sei dei diceci passaggi chimici per produrre adenosina trifosfato (ATP), la valuta energetica del corpo, senza magnesio non hai energia.
Inoltre, rilassa i muscoli, quindi può essere utile per ridurre la tensione e aiutare a dormire meglio soprattutto se associato ad un integratore specifico per migliorare il risposo notturno.

Umore

La riduzione della luce del giorno, con conseguente riduzione dei livelli di vitamina D, influenza la funzione della serotonina che è la chiave nella regolazione del tuo umore. Per correre ai ripari oltre a un integratore di vitamina D, anche il complesso delle vitamine B è importante, poiché le vitamine del gruppo B aiutano a produrre i neurotrasmettitori del nostro organismo.

 

 

About the author

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other