I benefici delle vitamine nella risposta immunitaria

Le funzioni strategiche delle vitamine nella difesa del nostro organismo.

Di Emiliano Caputo

Le vitamine sono componenti essenziali della nostra dieta e sono in grado di influenzare il sistema immunitario;  tra quelle in grado di sostenere le naturali difese dell’organismo troviamo:

 

Il ruolo della Vitamina A

La vitamina A, nota come vitamina anti-infiammatoria  è un micronutriente essenziale per l'immunità, la differenziazione cellulare, la crescita, la riproduzione, il mantenimento delle superfici epiteliali e la vista. La vitamina A si trova come vitamina preformata in alimenti come fegato, olio di fegato di merluzzo, burro, uova e latticini e come carotenoidi provitamina A in alimenti come spinaci, carote, frutta e verdura arancione.

I metaboliti della vitamina A modulano gli aspetti funzionali più specifici della risposta immunitaria, come l'equilibrio delle cellule T H 1 – T H 2 e la differenziazione delle cellule T Reg e T H 17.

 

Il ruolo della Vitamina D

La Vitamina D3 (colecalciferolo), svolge ruoli importanti oltre ai suoi classici effetti sull'omeostasi del calcio e delle ossa; poiché il recettore della vitamina D è espresso sulle cellule immunitarie (cellule B, cellule T e cellule presentanti l'antigene) e queste cellule immunologiche sono tutte in grado di sintetizzare il metabolita attivo della vitamina D, la vitamina D ha la capacità di agire in modo autocrino in modo ambiente immunologico locale; può modulare le risposte immunitarie innate e adattive.

La carenza di vitamina D è associata ad una maggiore autoimmunità e ad una maggiore suscettibilità alle infezioni.

 

 

 

 

Il ruolo della Vitamina C

La vitamina C, (acido L-ascorbico), svolge un ruolo importante a livello immunitario, supportando varie funzioni cellulari sia del sistema immunitario innato che di quello adattativo e supporta l’azione di barriera epiteliale contro i patogeni; migliora la differenziazione e la proliferazione delle cellule B e T, si accumula nelle cellule fagocitiche, come i neutrofili, e può potenziare la chemiotassi e la fagocitosi.

La carenza di vitamina C provoca un immunità ridotta e una maggiore suscettibilità alle infezioni.

 

Il ruolo della Vitamina E

Il tocoferolo è uno dei principali composti della vitamina E che previene la perossidazione lipidica;  potente antiossidante liposolubile, modula la funzione delle cellule T influenzando direttamente l'integrità della membrana delle cellule T, trasduzione del segnale e divisione cellulare e anche indirettamente influenzando i mediatori infiammatori generati da altre cellule immunitarie; la modulazione della funzione immunitaria da parte della vitamina E ha rilevanza clinica in quanto influenza la suscettibilità dell'ospite a malattie infettive come le infezioni respiratorie, oltre a malattie allergiche come l'asma. 

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E RICEVI IL NOSTRO ALLENAMENTO IN REGALO

Per restare sempre informato sulle ultime novità, sui nostri prodotti, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora…