Come eliminare la cellulite: rimedi efficaci

I consigli per combattere la cellulite

Di Andrea Orlando

Cellulite è il termine più utilizzato per definire uno tra i più comuni  inestetismi, che affligge circa il 90% delle donne.  Si tratta di una vera è propria patologia, ovvero un processo infiammatorio  che interessa il tessuto adiposo, causato da squilibri ormonali e disturbi del microcircolo.

Stili di vita errati come per esempio  mancanza o eccesso di attività fisica, alimentazione scorretta e così via, ne aggravano la condizione.

In campo medico questa condizione viene definita pannicolopatia fibro edematosa.

Anche la cellulite, come del resto  tutte le altre  patologie, a secondo della gravità viene  classificata  in stadi,  ed in questo caso in quattro:

  • congestizio
  • edematoso
  • fibroso
  • sclerotico

 

Vediamo in breve di descrivere questi quattro stadi.

- Primo stadio, congestizio: in questa prima condizione lieve, troviamo semplicemente gli adipociti aumentati di volume, per via dell'accumulo di grasso al suo interno; ancora nessuna alterazione del microcircolo, lievi segni visibili sulla pelle, che si accentuano solo pressando con le dite, il classico effetto a buccia d'arancia, nessuna condizione dolorosa condizione totalmente reversibile.

 

- Secondo stadio, edematoso: in questa seconda condizione la pienezza degli adipociti creano una leggera compressione su capillari e sistema linfatico, con la comparsa di piccoli noduli, i segni sulla pelle quindi diventano più visibili, nessun dolore, la condizione rimane però reversibile.

 

- Terzo stadio, fibroso: in questa terza condizione la situazione peggiora, in quanto gli adipociti continuano ad ingrossarsi creando una maggiore pressione sul sistema circolatorio e linfatico,  motivo per cui i noduli già formatosi nel precedente stadio per via di una scarsa irrorazione tendono a cicatrizzarsi, e ciò comporta dolore.

Nonostante la gravità della condizione, tutto ciò è reversibile.

 

- Quarto stadio, sclerotico: qui parliamo dello stadio più grave ed avanzato, in quanto i noduli sono aumentati di volume e totalmente cicatrizzati in quanto si è formato un vero e proprio tessuto fibrotico, per via di una circolazione sempre più limitata, il dolore è sempre presente, la pelle vistosamente danneggiata, è purtroppo in questo caso la condizione è irreversibile.

Tutto ciò ci fa capire l’importanza di una risposta immediata alla prima comparsa dei primi segni, in quanto abbiamo visto che man mano che la condizione peggiora, gli effetti sono sempre più gravi, fino a diventare irreversibili.

 

Come combattere la cellulite?

Innanzitutto una sana ed equilibrata nutrizione, limitando il più possibile tutti quei cibi elaborati e raffinati,  facendo attenzione a sale e zuccheri nascosti, e rivolgersi ad un professionista qualora c’è la necessità di un piano nutrizionale finalizzato alla perdita di massa grassa, in quanto abbiamo visto i danni che ne comporta un aumento degli adipociti.

Assicurarsi un  sufficiente  apporto  di acqua, per favorire i processi di drenaggio, in questi casi ci si può aiutare con tè verde e tisane e con un integratore alimentare per il microcircolo.

Eliminare, o quantomeno limitare il più possibile fumo ed alcol.

Stress e stile di vita disordinato peggiorano la situazione.

Attività fisica regolare, ma attenzione, evitare  il troppo, in quanto un eccesso di allenamento può peggiorare lo stato infiammatorio dei tessuti allenati.

Poi ovviamente anche a seconda della gravità e sempre affidandosi a figure professionali, si possono utilizzare altre metodologie, dai massaggi, ai trattamenti medicali ed estetici ecc.

 

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E RICEVI IL NOSTRO ALLENAMENTO IN REGALO

Per restare sempre informato sulle ultime novità, sui nostri prodotti, sugli eventi, su tutte le iniziative e molto altro ancora…